ControlloAccessi

Controllo Accessi

Per un’azienda un sistema di controllo accessi ha una doppia valenza: da un lato proteggere i beni aziendali, dall’altro rispondere ai criteri di sicurezza aziendale al fine di garantire il completo controllo della situazione in caso di emergenza.
Un sistema di controllo accessi si suddivide generalmente in tre sezioni:

  • riconoscimento della persona;
  • controllo delle abilitazioni;
  • reportistica di accesso.

1) Riconoscimento della persona

Per riconoscimento della persona si intende la possibilità di collegare la richiesta di accesso ad un settore con i dati di identificazione della persona che richiede l’accesso. Tale richiesta può avvenire con sistemi che sfruttano tecnologie differenti:

  • Badge di prossimità o contactless;
  • Badge magnetici;
  • Badge ottici;
  • Impronte digitali;
  • Riconoscimento facciale;
  • Riconoscimento delle targhe degli automezzi.

2) Controllo delle abilitazioni

Il controllo delle abilitazioni consiste nella verifica del consenso o meno al transito da un determinato varco del sistema.

3) Reportistica

La reportistica, seppure venga relegata in un ruolo secondario in quanto non incide nei controlli, ha in realtà un ruolo determinante.
Grazie alla reportistica è possibile:

  • verificare i transiti, con identificativo di chi ha effettuato il transito, l’ora, il varco di accesso
  • verificare i percorsi, ossia poter stabilire per una persona il percorso effettuato all’interno dell’area controllate
  • verificare i tentativi di effrazione